area riservata | contatti

Prosecco: dalla vendemmia al bicchiere

Vendemmia-08_0075

Il periodo di vendemmia del Prosecco qui a Valdobbiadene varia da fine Agosto a inizio Ottobre.
Il periodo è molto influenzato dai differenti fattori climatici che permettono la maturazione ottimale dei grappoli ed il giusto rapporto tra gli zuccheri, responsabili del grado alcolico, e gli acidi, all’interno del singolo acino.

La combinazione e la percentuale di zuccheri e di acidi sono gli elementi fondamentali per la creazione di tutte le differenti tipologie di vino Il 2013, a causa delle scarse piogge estive, ha avuto una vendemmia tardiva,  pur prevedendo una raccolta piuttosto sostanziosa e proficua in termini qualitativi e quantitativi. Tutte le uve che vengono conferite qui in Val D’Oca vengono vendemmiate rigorosamente a mano. Durante la vendemmia le uve vengono raccolte e poste in cassette, poi raccolte nei carri e consegnate in cantina. Una volta giunta a destinazione l’uva viene scaricata nelle tramogge, pigiata ed i raspi separati. Il mosto che ne deriva viene lasciato riposare ed illimpidire e poi fatto fermentare nei tini di acciaio.

In seguito il vino verrà filtrato e dopo una spumantizzazione (seconda fermentazione) avremo lo spumante. Le zone della vendemmia del Prosecco si concentrano particolarmente nella provincia di Treviso, dove avviene quasi l’80% delle produzione del Prosecco. All’interno di quest’area è possibile individuare due DOCG per la produzione di Prosecco: quella di Conegliano-Valdobbiadene e quella dei Colli Asolani.

Nella produzione del Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG si distinguono essenzialmente tre tipologie di prodotti finiti: il “tranquillo”, il frizzante e lo spumante (qui puoi trovare una nostra selezione di questi tre vini). Il Prosecco, oltre ad essere comunemente ricercato per degustazioni, è uno degli elementi di base di molti cocktail e bevande. Fra questi, lo Spritz è sicuramente quello che lega maggiormente il suo successo alla bontà ed alla qualità di questo prodotto. Lo Spritz, essendo composto per un terzo da ottimo Prosecco freddo, lega la sua maggiore diffusione alle zone di produzione del Prosecco e negli ultimi anni, ha subìto una rapida ed esponenziale diffusione nel resto dell’Italia.

Pin It

Curiosità

Credits

design by Grafica360

development by Simple

×