area riservata | contatti

Prosecco prima dello Champagne

Prosecco vs Champagne: per molti la sfida è ad armi impari, per altri è solo una questione di gusto, per altri ancora una scelta patriottica. Il mercato sposta inevitabilmente la lancetta verso il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG che si dimostra un ottimo competitor, non solo dal punto di vista del prezzo ma soprattutto in fatto di versatilità e gusto.

Prosecco prima di champagne

Prosecco vs Champagne: cosa distingue le bollicine?

Quando si parla di Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG e di Champagne ci si riferisce a due prodotti molto diversi fra loro che hanno in comune solo le bollicine. Le differenze sostanziali sono 5.

1. La provenienza
Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG e Champagne corrispondono a due località. La prima, Prosecco è situata in provincia di Treviso, a 25 km da Venezia. La seconda, Champagne è una regione francese nei pressi di Reims, a circa 130 km da Parigi.

2. Le uve
L’uva utilizzata per il Prosecco è l’uva di Glera, come prevede il disciplinare può essere unita ad una piccola parte di  uve delle seguenti varietà: Bianchetta Trevigiana, Verdiso e Perera. Le uve alla base dello Champagne sono quelle Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Meunier.

3. I metodi produttivi
Il Prosecco nasce a seguito dell’applicazione del metodo Charmat, il quale prevede la fermentazione completa all’interno dei serbatoi d’acciaio, tale fermentazione garantisce ottimi risultati con una spesa inferiore. Lo Champagne, invece, viene prodotto attraverso il metodo Classico, il quale comporta una prima fermentazione nei serbatoi ed una seconda nelle bottiglie destinate al mercato.

4. Gli aromi
Il gusto più floreale e fruttato del Prosecco ha probabilmente decretato il suo successo di pubblico. Gli aromi che si distinguono sono quelli della mela verde, del caprifoglio e della pera. Lo Champagne, invece, ricorda le mandorle, la buccia d’arancia e le ciliegie.
A seconda dell’invecchiamento, lo Champagne può assumere l’aroma della crosta di formaggio o del pane tostato.

5. Il prezzo
Meno costoso e più facilmente abbinabile, il Prosecco è riuscito a battere loChampagne sui mercati internazionali, proponendo etichette d’eccellenza e dall’aroma inconfondibile, quali il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Millesimato o il Prosecco DOC .

A base di Prosecco cocktail che piacciono a tutti!

Sempre di più il Prosecco è utilizzato per la messa a punto di gustosi cocktail.
A parte il gettonatissimo spritz, per Natale (e non solo) consigliamo questa gustosissima idea, un Prosecco cocktail a base di melograno e succo di mela: dolce quanto basta per aspettare la mezzanotte in compagnia delle bollicine, oppure per passare una qualsiasi serata in compagnia degli amici.

Pin It

Curiosità

Credits

design by Grafica360

development by Simple

×