area riservata | contatti

Risotto al Prosecco: un’idea sfiziosa

Risotto-prosecco

Nella zona di Val d’Oca c’è un percorso ricco di storia, di lavoro e gusto che unisce due paesi, Conegliano e Valdobbiadene.

Conegliano è un paese medievale che ancora conserva il fascino antico del XII secolo e ai cui piedi del medievale Duomo di San Leonardo inizia la Strada del Vino. Da qui dirigendosi verso Collabrigo si possono ammirare ville settecentesche e distese ricche di vegetazioni nonché il Molinetti della Croda, antico mulino realizzato nella roccia, fino ad arrivare a villa Brandolini sede del Consorzio di Tutela del Prosecco DOCG Conegliano-Valdobbiadene. Proseguendo si scorgono le colline del Cartizze dalla quali nasce il noto spumante, per poi arrivare a Valdobbiadene e terminare il nostro viaggio a villa dei Cedri, sede del Forum Spumanti d’Italia. Se la vostra passione sono le bollicine allora vale la pena visitare le due località, circondate da colline le cui terre ed i cui territori sono in parti tutelati dal Consorzio per la tutela del Prosecco Doc. Il prosecco DOCG di Conegliano-Valdobbiadene viene prodotto in queste terre seguendo regole precise che lo rendono unico e che garantiscono un gusto inconfondibile, un colore paglierino, una moderata corposità ed un intenso profumo fruttato. Queste caratteristiche lo rendono ben abbinabile ai risotti, ma anche per essere uno degli ingredienti principali di questi gustosi e raffinati primi piatti. Per cui vediamo di cosa abbiamo bisogno per realizzare un risotto che richieda davvero poco tempo e garantisca un eccellente risultato.

Ricetta per un risotto al prosecco davvero speciale

La dose per quattro persone richiede:

Pochi ingredienti, ma di qualità.

Affettiamo in pezzettini fini lo scalogno e facciamolo rosolare nell’olio. Dopo circa cinque minuti aggiungiamo un bicchiere di acqua. Quindi uniamo il riso e lasciamo cuocere, aggiungendo dopo qualche minuto il prosecco e mescolando il tutto continuamente. Aggiungiamo un altro bicchiere di acqua e lasciamo cuocere il riso seguendo le indicazioni di cottura riportati sulla confezione. Se necessario durante la cottura possiamo aggiungere un altro po’ di acqua. Quando il riso è cotto aggiungiamo il burro e mantechiamo fino a che non si sia perfettamente amalgamato.

A questo punto possiamo servire il nostro piatto. Gustoso e, ovviamente, non alcolico.

Si consiglia di abbinare alla ricetta il Vino Spumante Bianco PUNTOORO.

Pin It

Curiosità

Credits

design by Grafica360

development by Simple

×