area riservata | contatti

Il Prosecco dentro e fuori il dessert

 

Per poter abbinacre bene il vino ai dolci è necessario conoscerli bene entrambi per non rischiare di commettere errori. Le torte alla frutta ad esempio possono essere abbinate con i vini amabili, quei prodotti caratteristici che hanno un sapore più morbido, dolce ma non stucchevole. Quest’ultimi sono ideali per non causare un forte contrasto tra i sapori. Le torte al cioccolato invece, sono un po’ più difficili da sposare con i vini. Il cacao ha un sapore mediamente più deciso, in questo caso ottimo sarebbe un vino ben strutturato come il Marsala, il Porto o lo Sherry. Se staimo gustando della pasticceria secca ottimo uno spumante dry, come il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Uvaggio Storico, Val D’Oca.
028-berry-and-prosecco-jellies

L’abbinamento Prosecco e dolce: Parlando di Prosecco, citiamo un vino che va gestito in base al tipo di cucina, di pietanze o di evento che stiamo celebrando. Ad esempio, nella versione spumante secca, è quello indicato per cibi leggeri e a base di pesce, oppure per gli aperitivi, ma mai accompagnato alle carni rosse. Il Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG si può abbinare anche ai dessert,  facendo attenzione a seguire delle regole chiare. Abbinare il dolce al Prosecco significa conoscere la tipologia di spumante che si vuole servire a tavola: la pasta foglia e le crostate a base di frutta, sono ottime accanto alle versioni dry. Questo tipo di spumante va servito fresco, a circa sette gradi e versato in calici non eccessivamente larchi ma neppure troppo stretti.

Pin It

Ricette

Credits

design by Grafica360

development by Simple

×